Assenza di fenomeni di condensa superficiale

Superfici asciutte

Il fenomeno della condensa può causare considerevoli danni agli impianti ed ai relativi componenti, specie in quelli di condizionamento, climatizzazione e refrigerazione domestici. E’ fondamentale che si debba impedire lo sviluppo di questo processo con adeguate protezioni coibenti garantendo al tempo stesso superfici assolutamente asciutte.

Evitare la formazione di condensa, in modo che l'oggetto nessun danno: Uno dei principali compiti di materiali isolanti tecnici.

La formazione della condensa

@ Andreas Hermsdorf / pixelio.de

L’aria contiene ed ha la capacità di assorbire un certo quantitativo di acqua sotto forma di vapore. Questa capacità dipende dalla temperatura dell’ambiente, all’aumentare della temperatura aumenta la capacità di assorbimento e di conseguenza aumentano il volume ed il peso specifico dell’aria stessa. Il livello massimo di assorbimento viene chiamato ‘punto di rugiada’ e corrisponde ad un livello di saturazione dell’aria del 100%.

Quando l’aria viene a contatto con una superficie più fredda si avvia un processo di scambio termico tra le due parti, che provoca una diminuzione della temperatura dell’aria stessa. Come diretta conseguenza diminuirà la quantità di vapore d’acqua che l’aria può trattenere. Al raggiungimento del punto di rugiada il vapore acqueo in eccesso condensa, trasformandosi in gocce d’acqua.  L’isolante tecnico, se correttamente dimensionato, può impedire che la temperatura dell’aria in prossimità dell’elemento da isolare sia inferiore al punto di rugiada.

Limitare ed evitare i danni dovuti alla formazione di condensa

Gli isolanti FEF e PEF prevengono la formazione di condensa, impedendo che sulla superficie dell'isolante la temperatura scenda al di sotto della temperatura di rugiada dell’aria ambiente. La regola impone che l’isolante sia delle adeguate dimensioni con le parti di giunzione perfettamente sigillate affinché l’aria ambiente (e con essa l’umidità contenuta) non entri in contatto con la superficie della tubazione fredda. Le schiume FEF e PEF si incollano a tenuta in modo semplice e grazie alla loro struttura a cellule chiuse offrono in generale un'ottima resistenza alla diffusione del vapore acqueo, non necessitando di ulteriore protezione al riguardo.

Requisiti specifici dei materiali isolanti tecnici

Nell’eliminare il rischio di formazione di condensa è necessario tenere in debita considerazione le seguenti componenti:

  • Temperatura del fluido contenuto nelle tubazioni
  • Temperatura ambiente e umidità relativa
  • Conducibilità termica dell’isolante alla temperatura media di funzionamento
  • Adduttanza unitaria esterna (determinata dalle condizioni di ventilazione dell’ambiente)
  • Dimensioni delle tubazioni e dei componenti

Impedire la formazione di condensa è un requisito che ogni isolante per le applicazioni funzionanti con fluidi freddi deve essere in grado di soddisfare nelle diverse condizioni applicative. I prodotti FEF e PEF hanno le caratteristiche ottimali per risolvere adeguatamente le problematiche specifiche nel tempo.